CLASSIFICAZIONI FUNZIONALI

Torna alla homepage

CHE COSA E’ LA CLASSIFICAZIONE FUNZIONALE ED IN CHE COSA CONSISTE?

La Classificazione Funzionale è lo strumento che negli sport paralimpici permette ad atleti, anche con diverse patologie, di poter comunque competere in una condizione di equità. Valuta per ogni sport le “residue abilità” dell’atleta, tramite una “visita di classificazione” effettuata da medici e/o fisioterapisti classificatori iscritti all’Albo di ogni Federazione Sportiva Paralimpica .

COME FUNZIONA LA CLASSIFICAZIONE FUNZIONALE NEGLI SPORT EQUESTRI?
Relativamente agli sport equestri vengono testati tramite la visita di classificazione i gruppi neuromotori coinvolti nel gesto tecnico specifico di ogni disciplina e tramite un punteggio assegnato secondo una metodologia codificata si arriva a stabilire il Grado in cui il cavaliere deve competere ed il profilo di appartenenza, che stabilisce gli aiuti compensatori che possono essere utilizzati.

DA CHI E’ STABILITO E MONITORATO IL SISTEMA DELLE CLASSIFICAZIONI NEGLI SPORT EQUESTRI?
Il Chief Classifier della Federazione Equestre Internazionale è la Dott.ssa Chris Meaden, che ha elaborato tutto il sistema per gli Sport Equestri e contribuito alla redazione del Manuale FEI delle Classificazioni. La FISE, in quanto Federazione Sportiva Paralimpica, si attiene per le classificazioni alle norme FEI.

IN QUALI DISCIPLINE SI PUO’ ESSERE CLASSIFICATI PER GLI SPORT EQUESTRI?
Le Discipline paraequestri attualmente riconosciute dalla FEI sono Dressage ed Attacchi; a livello sperimentale è prevista anche la possibilità di classificazione per il Salto Ostacoli.

COME SONO SUDDIVISI I GRADI DI CLASSIFICAZIONE PER GLI SPORT EQUESTRI?
I gradi di classificazione sono così suddivisi:
Dressage – Grado 1a, Grado 1b, Grado 2, Grado 3, Grado 4, Grado 5 (normodotati). Ad ogni grado di classificazione corrispondono un certo numero di profili funzionali. Le difficoltà tecniche sono direttamente proporzionali ai Gradi di classificazione, che prevedono l’esecuzione di riprese via via più complesse man
mano che si passa dal Grado 1 al Grado 4.
Attacchi – Grado 1, Grado 2- negli attacchi sono previsti unicamente 2 gradi di classificazione a cui corrispondono un certo numero di profili funzionali.
Salto Ostacoli – Grado 1, Grado 2, Grado 3, Grado 4- Anche in questo caso ad ogni grado corrispondono precisi profili funzionali e le difficoltà dei percorsi sono crescenti mani mano che si passa dal Grado 1 al Grado 4.

COS’E’ UN PROFILO FUNZIONALE?
Il profilo funzionale è lo strumento che permette , una volta assegnato all’atleta il Grado di Appartenenza, di “personalizzare “ la classificazione, introducendo la possibilità di utilizzare in gara gli aiuti compensatori previsti per quel determinato profilo in modo da dare a ciascun atleta pari opportunità durante la competizione.

COSA SONO GLI AIUTI COMPENSATORI?
Gli aiuti compensatori sono tutti quegli aiuti utilizzabili dai cavalieri paralimpici per compensare la limitazione fisica o sensoriale legata alla loro patologia. Un aiuto compensatorio non ha la funzione di supplire alla mancanza di abilità equestri, o per migliorare la performance del cavallo: in questo caso sarebbe considerato un “aiuto di compiacenza”. Tutti gli aiuti compensatori non devono interferire con il benessere del cavallo, che è prioritario.
Gli aiuti compensatori possono essere di vario tipo:

  • Adattamenti o modificazioni della bardatura per compensare perdita di funzione o scarso controllo degli arti
  • Aiuti per mettere il cavaliere in grado di competere su una base di parità con gli altri concorrenti

CHI DECIDE GLI AIUTI COMPENSATORI?
Gli aiuti sono codificati nel Manuale FEI delle Classificazioni per ogni Grado e Profilo Specifici. Il cavaliere che avesse bisogno di un aiuto non previsto tra quelli ufficiali, deve farne esplicita richiesta al Chief Classifier, che darà il suo parere in merito.

QUANTI SONO I PROFILI FUNZIONALI?
I profili funzionali sono 48, il numero 1 è assegnato alle disabilità più gravi (atleti in carrozzina) il profilo 48 è quello dei normodotati.

TUTTE LE PATOLOGIE SONO CLASSIFICABILI PER GLI SPORT EQUESTRI?
No, le seguenti patologie non sono classificabili:

  • Debolezza e condizioni di difficoltà dovute alla senescenza
  • Malattia debilitanti
  • Obesità
  • Osteocondrite
  • Malattie psichiatriche
  • Malattie dermatologiche
  • Emofilia
  • Epilessia
  • Malattie respiratorie
  • Affaticamenti da fibromi algia ed encefalite mialgica
  • Vertigini
  • Assenza o disfunzione di organi interni
  • Malattie Cardio- circolatorie
  • Profili B2 e B3 della INTERNATIONAL BLIND SPORT FEDERATION